logo

Archivio Autore

Comunicato riunione USL Umbria n. 2, Comune Terni e Associazioni persone con disabilità

Positivo incontro delle associazioni disabili con Direttore Generale USL Umbria n. 2 Fratini e il ViceSindaco Malafoglia

  • condivisa la necessità di ricorrere all’impiego del modello di presa in carico globale fondato sul Progetto Individuale
  • apertura del Centro denominato “La Farfalla”.
  • imminente pubblicazione del bando per le attività natatorie finalizzate al recupero ed alla riabilitazione fisica di persone con disabilità
  • realizzazione del Dipartimento di Salute Mentale

Leggi Tutto Nessun Commento

Rampa automatica per disabili

Venezia è senza dubbio la città più bella del mondo e visitarla è un piacere.

Chi ha problemi di mobilità, perché costretto su una sedia per disabili, si trova però ad affrontare degli oggettivi ostacoli che possono creare disagio.

Alberghi, hotel e negozi, presenti nelle strette calli veneziane, si sono in genere attrezzati con le porte automatiche dando un primo aiuto concreto alle persone meno fortunate.

Resta però aperto il problema di come superare la soglia d’ingresso sia per gli spazi angusti degli ingressi stessi sia per l’impossibilità di costruire rampe fisse all’esterno perché possono essere di impedimento ed ostacolo alla libera circolazione.

La sensibilità del proprietario di un Hotel, è però andata oltre a quanto prescrive la fredda normativa, spingendolo a ricercare una soluzione che potesse offrire un sostegno ancora più forte per queste persone.

Una soluzione a questo problema è stata messa a punto della società Mariuzzo, un’azienda specializzata in carpenteria metallica per la città lagunare che, avvalendosi della collaborazione di ingegneri meccanici e del tecnico specializzato in ingressi automatici Ditec Expert Sikura Service, ha sviluppato e realizzato un “gradino” apparentemente normale, ma capace di trasformarsi automaticamente, all’occorrenza, in una vera e propria rampa per disabili.

Grazie alla sensibilità umana oltre che professionale, è stato realizzato e brevettato questo sistema di accesso, dotato di leverismi azionati dall’automazione “CUBIC 6 DITEC”.

All’apparenza è un normale gradino, con 2 o 3 alzate, rivestibile con qualsiasi materiale per meglio integrarsi con le scale di accesso pre-esistenti che, grazie all’accoppiamento di alcuni particolari leverismi di trasmissione meccanica, azionati dall’automazione “CUBIC 6 DITEC”, è in grado di trasformarsi in una vera e propria rampa per disabili.

http://www.ditecentrematic.it/news/418/l-automazione-interrata-cubic-6-ditec-non-e-solo-per-i-cancelli-automatici-ma-e-anche-una-soluzione-per-trasformare-i-gradini-in-una-vera-rampa-automatica-per-disabili-per-facilitare-il-loro-accesso-a-negozi-hotel-e-marciapiedi/

Leggi Tutto Nessun Commento

SPORT E DISABILITA’ – EUROPEI PARALIMPICI Swansea 2014

Campionato Europeo Paralimpico di atletica leggera Swansea 2014: Italia, 11 medaglie di cui 4 d’oro !

Dopo il Campionato Europeo Paralimpico di nuoto che ci ha visto essere assoluti protagonisti, anche il Campionato Europeo Paralimpico di atletica leggera si è rivelato un’importante fucina di medaglie per il Bel Paese.

Eh, si. Perché se nella rassegna natatoria svoltasi in Olanda avevamo raccolto la bellezza di 19 medaglie, pure in quel di Swansea abbiamo fatto al meglio la nostra parte portando a casa ben 11 medaglie, di cui 4 d’oro, 5 d’argento e 2 di bronzo arrivando all’undicesimo posto finale nella classifica per nazioni vinta dalla Russia con 88 medaglie (41, 29, 18)

Assunta Legnante, autrice di una doppietta fantastica fra getto del peso (F12) e lancio del disco (F11/12), Martina Caironi, nei 100m (T42), e Ruud Koutiki, nei 400m (T20), sono stati gli atleti che hanno fatto risuonare l’inno di Mameli in terra gallese, ma pure i doppi argenti di Oxana Corso(100 e 200, T35) e Arjola Dedaj (200 e salto in lungo, T11) uniti ad un’altra medaglia a firma della Caironi (salto in lungo, T42) sono stati molto apprezzati.

Senza dimenticare infine l’inossidabile Alvise De Vidi, bronzo nei 400m (T51), e la terza personale medaglia di Arjola Dedai, sul terzo gradino del podio nei 100m (T11).

Tutto molto positivo quindi in ottica Rio 2016.

Leggi Tutto Nessun Commento

“Art Bonus” e turismo accessibile”

ROMA – Abbatte barriere e supera contrapposizioni ideologiche. Così il ministero dei beni culturali guidato da Dario Franceschini ha salutato l’approvazione della nuova legge, Legge 29 luglio 2014, n. 106 Conversione, con modificazioni, del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83 Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, il cosiddetto art bonus (decreto 83/2014).

Tante le novità e nuova l’impostazione complessiva, che punta all’investimento in questi settori principali e strategici per l’economia italiana, e nuova anche l’attenzione all’accessibilità.

La legge contempla anche nuovi criteri per la classificazioni di alberghi e strutture ricettive: ad esempio, entro tre mesi dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto (quindi entro fine ottobre), il ministero rivedrà le classificazioni delle strutture alberghiere per adeguarle a quelle adottate a livello europeo ed internazionale, e la nuova classificazione premierà sia l’accessibilità sia l’efficienza energetica delle strutture.

per saperne di più leggi l’allegato

Leggi Tutto Nessun Commento

Conferenza stampa Federazione delle Associazioni Diversamente Abili F.A.D.A.

Disabili-palazzo-spada

In data 25.07.2014, alle ore 11, presso la Sala Consiliare del Comune di Terni, si è svolta la conferenza stampa promossa dalla Federazione delle Associazioni Diversamente Abili F.A.D.A., rappresentata da:

  • Gianfranco Colasanti, Presidente Unione Mutilati ed Invalidi del Lavoro – U.N.M.I.L,
  • Marco Turilli, Presidente Associazione Un Volo per Anna Onlus,
  • Angelo Fortunati, Presidente Associazione Famiglie Disabili A.FA.D,
  • Valentina Biagetti, Presidente Associazione diversamente abili “Noi come Voi”,

con il seguente ordine del giorno:

Osservazioni, inerenti il rispetto della normativa vigente in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche relative all’impianto sportivo denominato “ Piscine dello Stadio” di Terni, constatato lo stato dei luoghi a seguito di sopralluogo, e analizzati i disegni “as built”, forniti dall’impresa appaltatrice delle opere.

si allega:

Leggi Tutto Nessun Commento

Una “stanza silenziosa” al centro commerciale per dare sollievo ai ragazzi autistici

Design semplice, colori delicati e stimoli sensoriali ridotti al minimo, per permettergli di riposarsi dallo “stress”: l’iniziativa è stata realizzata gratuitamente in Australia, con la collaborazione dell’organizzazione per l’autismo Amaze

475968

ROMA – Una “stanza silenziosa”, al riparo dal frastuono dello shopping, per dare sollievo ai bambini con autismo: l’iniziativa, unica nel suo genere, arriva dall’Australia, precisamente dal Northland shopping center di Preston. A recapitare la notizia fino all’Italia è Insettopia, la community che da due mesi osserva attentamente tutto ciò che accade intorno all’autimo. Lo spazio all’interno del centro commerciale è nato grazie alla collaborazione tra l’organizzazione australiana per l’autismo Amaze e il direttore della struttura, padre lui stesso di un bambino autistico. I lavori per la realizzazione della stanza sono stati eseguiti gratuitamente dalla ditta incaricata. Design semplice, colori pastello, luce tenue e stimoli sensoriali ridotti al minimo: queste le caratteristiche dello spazio, che ha lo scopo di alleggerire i bambini autistici dallo “stress” a cui sono sottoposti quando accompagnano le loro famiglie tra le scintillanti vetrine.

“Molte persone con disturbi dello spettro autistico sono ipersensibili alla luce o ai suoni – ha spiegato Fran Ludgatela, portavoce di Amaze – Chi non ha questo problema non fa caso a quanta confusione ci sia in un centro commerciale, ma genitore che ha un bambino autistico e vuole portarlo con sé a fare shopping, ha sempre paura che possa avere un crisi, ed è una cosa che non può controllare. In questi casi – continua – i ragazzi non devono essere forzati a rimanere in un ambiente che non gradiscono”: per questo, i genitori potranno accompagnarli nella stanza silenziosa e restare accanto  loro per farli rilassare: non è previsto invece un servizio di assistenza, che permetta agli adulti di allontanarsi.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il testamento solidale. Un atto di consapevolezza e generosità

testamento-solidale-consapevolezza

Fare un testamento solidale vuol dire tramandare i tuoi valori insieme a ciò che scegli di donare. È un atto di consapevolezza e generosità che nulla toglie ai tuoi eredi e arricchisce il tuo testamento degli ideali in cui hai sempre creduto, come la solidarietà e il senso di eguaglianza. È una scelta che ti permette di contribuire a costruire un mondo in cui i bambini possano crescere sani e avere il diritto allo studio; un mondo che si prenda cura di chi è malato e in cui la ricerca possa contribuire a sconfiggere malattie disabilitanti o mortali; un mondo in cui la cultura sia patrimonio collettivo; un mondo di diritti e dignità per tutte le persone, senza differenza di razza, età, cultura; un mondo più sostenibile per tutti dove piantare il seme del futuro come lo hai sempre sognato.

COSA PUOI LASCIARE
Fare un lascito solidale non vuol dire necessariamente donare il tuo intero patrimonio. Puoi decidere di lasciare anche solo una parte dei tuoi beni:

• una somma di denaro, azioni, titoli d’investimento.
• un bene mobile, come un’opera d’arte, un gioiello o anche un arredo.
• un bene immobile, come un appartamento.
• la tua polizza vita indicando la/le onlus che hai scelto come beneficiario.

Ti ricordiamo che, affinché il tuo lascito sia valido, è necessario indicare chiaramente l’organizzazione onlus beneficiaria.

Risorse:

Leggi Tutto Nessun Commento

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

MANIFESTO DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA’

COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI DISABILI

F.A.D.A.

In vista delle elezioni del prossimo maggio, la Federazione delle Associazioni Diversamente Abili F.A.D.A., rappresentata da:

• Gianfranco Colasanti, Presidente Unione Mutilati ed Invalidi del Lavoro – U.N.M.I.L,

• Marco Turilli, Presidente Associazione Un Volo per Anna Onlus,

• Angelo Fortunati, Presidente Associazione Famiglie Disabili A.FA.D,

• Valentina Biagetti, Presidente Associazione diversamente abili “Noi come Voi”,

ha inteso lanciare un appello ai candidati e ai partiti della prossima competizione elettorale affinché la politica si riappropri dell’obbiettivo di migliorare le condizioni di vita delle persone con disabilità. I successivi punti programmatici hanno recepito le indicazioni contenute nel recente Manifesto del Forum Europeo sulla Disabilità, contestualizzandone le linee di indirizzo alla realtà del territorio e ascoltando le indicazioni e i bisogni espressi negli incontri partecipativi fatti dalle associazioni coi disabili e con le loro famiglie. Il Manifesto dei diritti delle persone con disabilità F.A.D.A. è stato elaborato sulla base di una pluralità di incontri e momenti di confronto con esperti di vari settori, associazioni di volontariato, cittadini e forze produttive. Alla base del programma, condiviso dalle associazioni firmatarie riunite nella costituenda federazione di associazioni F.A.D.A. (Federazione Associazioni Diversamente Abili) c’è la ferma convinzione che Terni debba ulteriormente rafforzare il suo carattere di CITTÀ ATTENTA ALLE PERSONE E SOLIDALE, con particolare attenzione alle politiche sociali, perché innanzitutto trovino protezione, aiuto e sostegno le persone più bisognose tra le quali i diversamente abili e le loro famiglie.

in allegato programma

 

 

 

Leggi Tutto Nessun Commento